Polo Falò

Via Idice, 23
Castel de Britti (San Lazzaro di Savena) - Bo

TEL 051 6256281 / 340 1073170
poloinfanziabritti@cadiai.it

COORDINAMENTO GESTIONALE
Concetta Pisciotta

COORDINAMENTO PEDAGOGICO
Enrico Mantovani

Apertura

- Tempo pieno: 7.30 - 18.00

Accoglienza

Accoglie bambini dai 12 mesi ai 6 anni, organizzati in: 
- Nido d’infanzia: bambini 12-36 mesi
- Scuola dell’infanzia: bambini dai 3 ai 6 anni
per un totale di 40 posti, tutti ad accesso convenzionato con il Comune di San Lazzaro di Savena, di cui:
16 per il nido d’infanzia 
24 per la scuola dell’infanzia

Servizi

Oltre agli orari standard, possibilità di ulteriore frequenza:
- Servizio estivo nel mese di luglio come da calendario scolastico del comune di San Lazzaro di Savena

 

Attività

PROPOSTA EDUCATIVA POLO INFANZIA 0/6
Falò è un Polo per l’infanzia dove è massima l’integrazione delle attività esperienziali quotidiane fra le varie fasce d’età dei bimbi e mantiene gli apprendimenti dei codici cognitivi ed emotivi trasversali. 
Indicheremo, per una maggior semplicità, le proposte educative in maniera separata.

PROPOSTA EDUCATIVA NIDO D’INFANZIA
Le esperienze proposte ai bambini e alle bambine sono funzionali allo sviluppo dell’espressione spontanea e all’esplorazione dell’ambiente. 
L’obiettivo del gruppo di lavoro è la cura costante di spazi e materiali proposti, adeguati alle diverse fasi di crescita. Per ambiente si intende il luogo fisico, ma anche emotivo condiviso con altri bambini e adulti in ascolto, capaci di rispondere al fare educativo. 
Pensiamo a un bambino che apprende dall’esperienza, rinforzato dallo sguardo dell’adulto che lo conferma nel suo essere, e lo sostiene nell’azione, senza anticiparlo né sostituendosi a lui. 
Lavorare con i bambini e non sui bambini è l’insegnamento guida che il gruppo di lavoro quotidianamente porta avanti attraverso prassi educative condivise e pensate.

PROPOSTA EDUCATIVA SCUOLA DELL’INFANZIA
La scuola dell'infanzia ha l'obiettivo di accogliere i bambini all'interno di un progetto pensato per accompagnarli verso l'autonomia del fare e del pensare e verso un mondo sociale ricco di esperienze e di stimoli.
Compito delle insegnanti è progettare per il bambino percorsi ed esperienze volte a rafforzare e incentivare lo sviluppo di competenze, partendo da un'attenta osservazione del singolo e del gruppo classe.
Le indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell'infanzia attraverso i suoi campi d'esperienza (“il sé e l'altro”, “il corpo e il movimento”, i discorsi e le parole”, “immagini, suoni e colori”, “la conoscenza del mondo”) hanno il compito di suggerire le piste di lavoro da attivare, entro le quali possiamo spaziare tra progetti e laboratori.
Il bambino a cui ci rivolgiamo è competente, capace di apprendere dall'esperienza, un essere sociale che vive all'interno di una società ben precisa e con la quale impara a dialogare.